Puoi trovare questo prodotto in Trentino-alto adige.
Scopri tutti gli altri prodotti della stessa regione.
Questo prodotto fa parte della categoria "Latte e derivati del latte".
Scopri tutti gli altri prodotti simili.
Tweet
<

Puzzone di Moena
Latte e derivati del latte

Puzzone di Moena
StampaCondividiFacebookTwitter
lagaiaceliaca
Inserito da lagaiaceliaca - Vai al suo profilo
La gaia celiaca  il 31/12/2011
PRODUZIONE
Il puzzone di Moena, o Spretz Tzaorìin ladino, è un formaggio tipico della val di Fiemme.
Si tratta di un formaggio a pasta semidura, semicotta a latte intero, da pasto, stagionato per un periodo che va da minimo 60 giorni a massimo 8 mesi.
La pasta è piena, morbida ma non troppo, di colore bianco o giallo paglierino, con occhiatura di dimensioni medio-piccole e sparsa.
La crosta è liscia, di colore giallo ocra, untuosa.
Il processo che conferisce al puzzone il suo profumo tipico avviene durante la stagionatura: si tratta della spugnatura. Le forme vengono infatti quotidianamente girate e bagnate con spugnature di acqua tiepida e sale, che rendono la crosta untuosa e favoriscono la creazione dei batteri che “regalano” al puzzone i suoi sapori e profumi inconfondibili.
Il profumo è infatti intenso, estremamente penetrante, da cui il nome.
Il sapore è altrettanto intenso, ma non acre, ottimo da mangiare ai pasti, in purezza o come companatico, ma è splendido anche se accompagnato dai tipici cibi delle malghe: l'immancabile polenta, le patate lesse, le uova.
QUALITĂ€
Il Puzzone prodotto con latte di malga, contraddistinto dal marchio M posto sulle forme, è Presidio SlowFood.
Dal disciplinare di produzione il latte proviene da bestie alimentate al pascolo o con fieno di prato, mentre è vietata l'alimentazione con insilati, per evitare la contaminazione del prodotto con sapori e profumi anomali, e con sostanze potenzialmente insalubri.
Per analoghe ragioni non è possibile aggiungere al latte, che viene utilizzato a crudo, conservanti o additivi, ivi compresi quelli permessi dalla legislazione vigente.
STORIA
La storia del Puzzone è emblematica di queste valli operose e rappresenta un intelligente esempio valorizzazione dei prodotti del territorio, originariamente consumati davvero localmente.

Solo negli anni '70, infatti, il Puzzone non esisteva, o meglio, il formaggio adesso noto come Puzzone esisteva eccome, ma veniva chiamato semplicemente Nostrano di Fassa ed era destinato principalmente ad uso locale, o addirittura al consumo personale degli allevatori che conferivano il latte al caseificio per produrre le forme, ma che ne completavano la stagionatura in cantina.

È solo all'inizio degli anni '80 che viene inventato il nome che tutti conosciamo, e viene definito un disciplinare preciso per il Puzzone, che adesso è diventato uno dei prodotti alimentari più noti del Trentino, sicuramente in Italia ma, lentamente, anche all'estero.
Segnala inesattezza

I PRODUTTORI (1)

Caseificio Sociale di Predazzo e Moena
Caseificio Sociale di Predazzo e Moena
Via Fiamme Gialle 34, 38087, Predazzo (TN)

LE RICETTE (1)

http://lacaccavella.com/2014/05/23/raclette-formaggio-fuso-cheese-ricetta-recipe-fastdinner-cenaveloce/

APPROFONDIMENTO (3)

http://www.presidislowfood.it/ita/dettaglio.lasso?cod=15
http://www.trentinoagricoltura.it/it/SC/2043/SID/60/Puzzone_di_Moena.html
http://www.presidislowfood.it/filemanager/presidi2008/00.puzzone%20di%20Moena.jpg