Questo prodotto fa parte della categoria "Latte e derivati del latte".
Scopri tutti gli altri prodotti simili.
Tweet
<

Ricotta stufata di pecora dei Berici
Latte e derivati del latte

Ricotta stufata di pecora dei Berici
StampaCondividiFacebookTwitter
Elisabetta Tappi
Inserito da Elisabetta Tappi - Vai al suo profilo
Appartamento9   il 24/09/2011
STORIA
La ricotta stufata di pecora dei Berici, in dialetto "puinastufà, vera rarità dei comuni di Mossano e Montegalda, era in passato presente in tutto il basso Vicentino, come ad esempio a Noventa Vicentino dove l'allevamento della pecora di pianura, portava discreti quantitativi di latte, lana e carni. I pastori Palma ora residenti a Longare e Mongalda, erano in precedenza stanziali in tutta la provincia di Vicenza. Si usava produrre ricotta affumicata che aveva come qualità: una conservazione piu' lunga.

Fonte: mondo agricolo veneto
QUALITA'
Povera di grassi, e ricca di proteine, viene apprezzata per la sua alta digeribilità e lo scarso apporto calorico. Mangiandola conserva le caratteristiche della produzione del latte con cui viene prodotta, poiche le pecore si  alimentano con mangime a secco, la ricotta risulta piacevolmente dolce.
PROCESSO DI PRODUZIONE
Il siero con l'aggiunta del sale che varia, viene messo nel “caliere” (nome dialettale dato a questa particolare pentola) viene portato ad una temperatura che varia tra gli 80° e i 90°. Emergono da questo dei grani molto fini e piccoli  detti appunto “Puina”. Per avere una maggiore coagulazione viene aggiunto del sale amaro. Si forma così la ricotta, che raccolta delicatamente, viene posta in degli stampini di minute dimensioni, o anche in dei sacchettini di cotone, per consentire la fuoriuscita dell'acqua. Viene fatta essiccare, come avviene in tempi moderni in dei forni elettrici. Questo permette un' aumento alla fragranza e ai sapori. Viene fatta ancora oggi con metodi tradizionali ed artigianali. Si narra che i contadini del passato facevano il procedimento in assoluto silenzio, e l'assenza di bambini  permetteva l'affiorare dei grumi, e veniva usato solo legno di faggio che ardendo non provocasse disturbo con i  suoi scoppietti.

Fonte: mondo agricolo veneto
Segnala inesattezza
Aggiungi 'Ricotta stufata di pecora dei Berici' ad un produttore
Seleziona uno o pi├╣ produttori che producono questo prodotto.
Ricerca (0)  |  Selezionati (0)  |  Miei (0)
Cerca
Annulla | Salva